Loading…
You are here:  Home  >  European Union - MIL OSI in Italian  >  Current Article

Comunicato del Governo del 2 marzo 2017

Published By   /   March 2, 2017  /   Comments Off on Comunicato del Governo del 2 marzo 2017

MIL OSI

Source: Switzerland – Canton Government of Grisons in Italian

Headline: Comunicato del Governo del 2 marzo 2017

01.03.2017

Il Governo ha approvato la revisione parziale di sette ordinanze sulla caccia. Inoltre ha garantito all’associazione “Casa Depuoz” e alla fondazione “Gott hilft” il finanziamento delle spese di alloggio e assistenza a richiedenti l’asilo minorenni non accompagnati.

Il Governo richiede alla Confederazione decisioni in tempi rapidi riguardo alla problematica legata ai lupi

In una lettera indirizzata alla Confederazione il Governo grigionese ha richiesto l’adozione di misure urgenti ed efficaci volte ad affrontare gli sviluppi indesiderati legati alla presenza del lupo. La popolazione di lupi è in rapida crescita. Nel Cantone dei Grigioni si sono ripetutamente verificati casi di predazione da parte di lupi. Già nel 2016 sono stati registrati non meno di 55 casi di predazione di animali da reddito. Nei mesi di gennaio e febbraio 2017 la situazione si è ulteriormente aggravata, dato che altri 30 ovini sono stati sbranati da lupi nelle immediate vicinanze delle loro stalle e all’interno di recinti. Questi ultimi casi si sono verificati in quattro diverse regioni del Cantone, ossia in Bregaglia, nel Moesano, in Surselva e a Mastrils. Il Governo è convinto che la benevolenza e l’accettazione della popolazione e dell’agricoltura grigionesi nei confronti del lupo andranno perdute se a livello federale non verranno create entro tempi brevi le basi giuridiche necessarie al fine di impedire un cambiamento comportamentale dei lupi mediante l’adozione di misure più incisive. A tale scopo il Governo richiede una revisione della legge federale sulla caccia in tempi rapidi, affinché sia possibile abbattere in tempi rapidi lupi che presentano comportamenti problematici e causano danni.

Nuove disposizioni per la caccia e la pesca grigionesi

Il Governo ha approvato la revisione parziale di sette ordinanze sulla caccia nonché la revisione parziale dell’ordinanza sulle tasse per le licenze di pesca. In sostanza, in tal modo vengono effettuate modifiche divenute necessarie a seguito della revisione parziale della legge cantonale sulla caccia, la quale entrerà in vigore con effetto al 1° maggio 2017.

Una modifica sostanziale riguarda le tasse per le licenze di caccia alta per cacciatori provenienti da fuori Cantone. Le tasse subiranno un incremento come previsto dal messaggio relativo alla revisione parziale della legge cantonale sulla caccia. Un ulteriore adeguamento delle tasse per le licenze di caccia e di pesca riguarda il rilascio di licenze onorarie. In futuro il rilascio sarà semplificato, dato che a titolo di novità verrà meno il criterio secondo cui è necessario aver compiuto 70 anni.

Un’altra nuova disposizione stabilisce che il tiro di caccia obbligatorio dovrà essere svolto entro l’inizio della caccia allo stambecco il 1° ottobre.

Garanzia del disavanzo per l’associazione “Casa Depuoz” e per la fondazione “Gott hilft”

Il Governo ha approvato l’integrazione del mandato di prestazioni riguardante il collocamento e l’assistenza di rifugiati minorenni non accompagnati da parte dell’associazione “Casa Depuoz” di Trun e della fondazione “Gott hilft” di Zizers. Il Governo garantisce il finanziamento di un’occupazione del 95 per cento fino al 31 dicembre 2019.

Nel 2016 la maggioranza dei richiedenti l’asilo minorenni non accompagnati è stata ammessa solo provvisoriamente. Questi minorenni non accompagnati ammessi provvisoriamente rimangono di competenza del Cantone. I posti nei gruppi abitativi protetti della fondazione “Gott hilft” e dell’associazione “Casa Depuoz” che vengono finanziati dai comuni rimangono liberi. A seguito di questi posti vacanti i due offerenti realizzano in parte dei disavanzi. Affinché entrambi gli offerenti mantengano in essere il mandato di prestazioni è necessario garantire il finanziamento. Con un’integrazione del mandato di prestazioni fino al massimo al 31 dicembre 2019 si intende fare in modo che i fornitori di prestazioni siano assicurati contro un eventuale disavanzo. Assegnazioni e decisioni in merito al diritto di rimanere in Svizzera possono essere decise o adottate in qualsiasi momento, cosicché i posti messi a disposizione dalla fondazione “Gott hilft” e dall’associazione “Casa Depuoz” devono essere disponibili in tempi rapidi. Se invece i posti risultano sottoutilizzati per periodi prolungati e non vi sono prospettive di ulteriore necessità, il mandato di prestazioni sarà disdetto di comune accordo.


Contributo per la realizzazione del ponte tra Coira e Haldenstein

Il Governo ha approvato il progetto edilizio per la realizzazione di un ponte ciclopedonale tra Coira e Haldenstein. Inoltre, il Governo ha concesso un contributo cantonale pari al massimo a 740 000 franchi.

Il nuovo ponte sul Reno collegherà Ausserfeld Pardisla a Haldenstein e Untere Au a Coira. In tal modo sarà possibile mettere a disposizione un collegamento diretto e sicuro in particolare ai lavoratori pendolari. L’inizio dei lavori è previsto per marzo 2017.

©La città di Coira

Cambiamenti di destinazione neutri in termini di terreni nel Comune di Vaz/Obervaz

Il Governo ha approvato la revisione parziale della pianificazione locale del Comune di Vaz/Obervaz del 25 settembre 2016. Nel complesso sono tre le zone interessate dal piano delle utilizzazioni approvato.

A seguito della necessità di spazi abitativi per la popolazione locale, il Governo ha decretato l’ampliamento di circa 940 metri quadrati della zona villaggio a Valbella in un’area in ampia misura edificata, il quale è stato compensato con un dezonamento.

Inoltre, nella frazione di Zorten la destinazione d’uso di tre particelle è stata modificata da zona per edifici e impianti pubblici a zona villaggio. In tal modo vengono resi possibili l’utilizzo o la cessione a privati dell’ex casa comunale, dell’ex istituto “Casa son Duno” e dell’ex casa parrocchiale del comune parrocchiale cattolico. Tali cambiamenti di destinazione sono inoltre vincolati a una quota minima di abitazioni primarie del 33 per cento.

La terza zona riguarda la zona di pericolo “Penasch seura” a Lenzerheide, in cui il Comune nel 2012 ha aggiornato la situazione di pericolo procedendo a un parziale innalzamento. Secondo la prassi seguita dal Cantone, all’interno di zone con pericolo elevato non possono essere definite zone edificabili. Tale dezonamento compensa la superficie azzonata a Valbella. Le zone edificabili interessate sono pertanto state trasferite in zone destinate ad “altro territorio comunale”.

I tre ex edifici pubblici situati a Zorten possono ora essere destinati a uso privato o acquistati.
©Comet Photoshopping GmbH / Dieter Enz

Fotografia Valbella

Fotografia Lenzerheide

Risanamento dell’argine del torrente Val Schais in Val Müstair

Il Governo ha approvato il progetto per l’arginatura del torrente Val Schais in Val Müstair con alcune condizioni e autorizzazioni previste dal diritto speciale. La Confederazione e il Cantone partecipano al finanziamento con il versamento di contributi per opere idrauliche. Il contributo federale ammonta a 358 750 franchi, mentre il contributo cantonale si attesta a 205 000 franchi. In aggiunta, il Cantone partecipa con un sussidio per lavori stradali pari a 153 750 franchi.

Il Val Schais è un torrente suscettibile di colate detritiche che insieme al torrente Muranzina costituisce una minaccia per il villaggio di Sta. Maria in caso di piena. Il corso naturale del torrente Val Schais è già stato deviato in direzione nord-ovest. Tale spostamento del corso del torrente si è sostanzialmente rivelato valido. Tuttavia, nel frattempo il canale di deviazione artificiale è stato danneggiato da ripetute colate detritiche. Per tale ragione il Comune di Val Müstair intende risanare l’opera di arginatura.

Organo: Governo

Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni

    Print       Email