Loading…
You are here:  Home  >  European Union - MIL OSI in Italian  >  Current Article

NEWS ANALYSIS/OMNIS TERRA – Vietnam in movimento, tra emigrazione ed evangelizzazione

Published By   /   April 7, 2018  /   Comments Off on NEWS ANALYSIS/OMNIS TERRA – Vietnam in movimento, tra emigrazione ed evangelizzazione

MIL OSI

Source: The Holy See in Italian

Headline: NEWS ANALYSIS/OMNIS TERRA – Vietnam in movimento, tra emigrazione ed evangelizzazione

La società e la Chiesa vietnamita danno prova notevole intraprendenza. Il livello di vita è notevolmente migliorato negli ultimi due decenni. La società, molto giovane, è in fermento. E la comunità cattolica suscita sentimenti di approvazione, anche in quanti non sono cattolici, per l’impegno profuso in opere e religiose e sociali: accesso all’acqua potabile, costruzione di strade e di ponti, formazione professionale, aiuto materiale per i più poveri. Il paese è ora attraversato dal fenomeno dell’emigrazione, che interroga la comunità cattolica.In Vietnam, dopo un tempo in cui si registravano centinaia di migliaia di rifugiati, si è passati a centinaia di migliaia di emigranti. Il rapporto della International Organization for migration , con sede a Ginevra “Viet Nam Migration. Profile 2016”, scritto in collaborazione con gli ambienti governativi vietnamiti, offre uno sguardo aggiornato e concreto sulle sfide dei nuovi flussi migratori, in uscita come in entrata. Con una popolazione che si avvicina ai 100 milioni e con la diaspora dei connazionali, come rifugiati a partire dagli anni ’70, era quasi inevitabile che l’appetito, risvegliato dalle masse di rifugiati, facesse scattare il desiderio di altre terre o di altre opportunità occupazionali.Nel 2016, si calcola che circa sei milioni di persone hanno valicato I confini nazionali con un numero simile di rientri . Il fenomeno e’ in aumento: si prevede che presto raggiungeranno i 10 milioni di spostamenti annui, 10% della popolazione complessiva. Domina la categoria dei lavoratori a contratto più o meno fisso e/o controllato, con un numero molto alto di studenti iscritti in università straniere, seguito anche da un numero rilevante di categorie che hanno bisogno di maggior protezione: emigrazione al femminile ; un numero elevato di donne e bambini usati nella tratta e nel mercato internazionale dei trapianti di organi: 3897 casi con 6.188 trafficanti rilevati e 8.366 vittime nel 2016. Le nazioni coinvolte più frequentemente sono: Cambogia, Cina e Taiwan. Le rimesse, comunque, vanno a rimpinguare le misere entrate di innumerevoli famiglie dei loro congiunti ed anche amici.Sembra evidente che il rapporto governativo riveli il desiderio da parte del governo di sostenere i flussi migratori, specialmente internazionali, per aiutare l’economia nazionale a crescere sottovalutando i “costi umani” e concedendo spazio illimitato e incensurato ai benefici economici. Aspetto fondamentale già verificatosi nelle Filippine, soprattutto durante i primi due decenni delle politiche rivolte ad incentivare il Manpower Export program . Link correlati :Continua a leggere la News Analysis su Omnis Terra

    Print       Email