Loading…
You are here:  Home  >  European Union - MIL OSI in Italian  >  Current Article

ASIA/PAKISTAN – Urge una riforma del sistema educativo per promuovere armonia religiosa

Published By   /   April 11, 2018  /   Comments Off on ASIA/PAKISTAN – Urge una riforma del sistema educativo per promuovere armonia religiosa

MIL OSI

Source: The Holy See in Italian

Headline: ASIA/PAKISTAN – Urge una riforma del sistema educativo per promuovere armonia religiosa

Lahore – Nel sistema educativo pakistano occorrono riforme e miglioramenti, per promuovere tolleranza e armonia religiosa nella società: lo afferma all’Agenzia Fides il cattolico Peter Jacob, direttore del “Centro per la giustizia sociale” di Lahore, ed ex segretario esecutivo della Commissione “Giustizia e Pace” dei vescovi cattolici del Pakistan. Mentre la nazione si prepara alle elezioni generali previste a luglio 2017, il “Centro per la giustizia sociale” si sta impegnando in una campagna nazionale di sensibilizzazione su un fattore chiave: l’istruzione delle nuove generazioni, segnalando come il sistema educativo sia determinante nel formare la mentalità delle nuove generazioni. Se il sistema è viziato da pregiudizi o da un approccio discriminatorio verso le minoranze religiose, continuerà a fomentare odio e intolleranza nella società. Per questo il Centro segnala che il piano del governo in materia di istruzione ignora le garanzie costituzionali che tutelano le minoranze dalla discriminazione negli istituti scolastici pubblici e privati. “L’attuale politica educatva – rimarca Jacob – viola la Costituzione ma anche diverse Convenzioni internazionali sui diritti umani”, discirminando alcuni cittadini su base religiosa e diffondendo pregiudizi e falsità tramite i libri di testo.Ad esempio, gli studenti delle minoranze possono optare per studare”Etica” invece di “Islamistica”, materia obbligatoria nella maggior parte delle scuole e dei college. Ma il corso alternativo è poco pratico e spesso male organizzato, sicchè spesso gli studenti non musulmani restano nelle classi di “Islamistica”. “Un problema serio tocca quei libri di testo che promuovono disprezzo e odio contro le minoranze religiose. Ciò incoraggia sentimenti negativi tra gli studenti che poi sfociano in atti di aperta violenza”, rileva Jacob.La situazione generale fa sì che le minoranze religiose rimangano indietro nel tasso di alfabetizzazione nazionale. Il censimento della popolazione nazionale del 1998 mostra che solo l’11% dei cristiani e il 20% degli indù sono alfabetizzati, afferma il Centro .Per promuovere la tolleranza religiosa, la coesione nazionale e il pluralismo culturale e religioso, il Centro invita le autorità civili ad adottare misure necessarie come la revisione dei curriculum scolastici e della politica dell’istruzione per garantire che la discriminazione non penetri nelle scuole. “Lo spirito del Pakistan è questo: gli insegnanti, l’ambiente scolastico e le attività curriculari, abbiano l’intento di rispettare i valori e le tradizioni religiose di tutti”, conclude Jacob.

    Print       Email