Loading…
You are here:  Home  >  European Union - MIL OSI in Italian  >  Current Article

AMERICA/NICARAGUA – Ancora violenza per le manifestazioni, si contano più di 8 morti, comunicato dei vescovi

Published By   /   April 21, 2018  /   Comments Off on AMERICA/NICARAGUA – Ancora violenza per le manifestazioni, si contano più di 8 morti, comunicato dei vescovi

MIL OSI

Source: The Holy See in Italian

Headline: AMERICA/NICARAGUA – Ancora violenza per le manifestazioni, si contano più di 8 morti, comunicato dei vescovi

Managua – Fides ha ricevuto il comunicato dei Vescovi del Nicaragua che riguarda la terribile situazione che vive il paese e che propone di seguito:”Attenti al clamore dei giovani nicaraguensi che rivendicano i loro diritti civicamente e agli ultimi violenti eventi che disturbano la pace del nostro paese, i Vescovi della Conferenza episcopale del Nicaragua:Esortiamo le autorità del paese ad ascoltare il grido dei giovani nicaraguensi e la voce di altri settori che si sono espressi riguardo le riforme dell’Istituto di sicurezza sociale del Nicaragua e di abrogare le riforme alle politiche di quell’Istituto. Rettificare le decisioni prese è un segno di umanità, ascoltare è la via del buon senso, cercare a tutti i costi la pace è saggezza.Pertanto, ancora una volta, invitiamo gli autori di queste riforme a considerare il dialogo come una possibilità per risolvere questo conflitto, che può essere aggravato se le decisioni giuste non sono prese per tutti e al momento giusto. Respingiamo ogni atto di violenza che confronta i figli della stessa nazione. Le azioni repressive condotte dai membri legati al governo alterano la pace.La Chiesa respinge gli abusi, le ingiustizie, gli attacchi alla libertà ovunque si presentino, a prescindere dai loro autori, e propone di combattere con i mezzi adeguati per la difesa e la promozione dei diritti umani, specialmente nella persona dei poveri.Esortiamo il popolo nicaraguense ad esercitare il proprio diritto a manifestare pacificamente da valori civici ed evangelici.Siamo convinti che la vera solidarietà in questo momento è valutare il nicaraguense come persona, assumere la determinazione ferma e perseverante di impegnarsi per il bene comune, cioè per il bene di tutti, perché tutti siamo davvero responsabile per tutti.Il documento è firmato da tutti i vescovi della CEN e pubblicato ieri, 21 aprile

    Print       Email